Tracer des frontières à Djibouti

Hommes et territoires aux XIXe et XXe siècles - Corpus de textes


22 novembre 1901 - Déclaration entre l'Italie et la Grande-Bretagne sur la frontière érythréo-soudanaise
E convenuto che, per completare la delimitazione della frontiera tra il Sudan anglo-egiziano e l'Eritrea, sia segnata, partendo da Abu Gamel (vedi la carta Talbot-Colli) una linea da tracciarsi sa speciali delegati secondo le accidentalità del terreno, che si diriga verso il Sud fino alla confluenza del Khor Um-Hagar col Setit (vedi carta Talbot-Colli 36°37'). Il territorio as Est di questa linea, che dall'Imperatore Menelik è stato riconosciuto come appartenente al Sudan, sarà aggiunto, col suo consense, all'Eritrea.
Il parallelogramma as Ovest di questa linea che sta a Nord della linea Tomat-Todluc, sarà dall'Italia ceduto al Sudan.
Come seguito a questo accordo, la linea di confine, dal Setit a Metemma, sarà riportata verso Ovest in modo da lasciare dalla parte dell'Etiopia Nogara e la strada commerciale veniente da Gondar verso l'Eritrea.
L'Agente inglese et l'Agente italiano in Etiopia procederanno concordi acciocché, in compensi di questa zona di territoria lasciato all'Etiopia, l'Imperatore Menelik ceda, all'Est della linea Todluc-Maieteb, una zona di territorio tale da includere nell'Eritrea tutta la tribù dei Cunama fino al Mareb.
Se ipredetti negoziati, dopo un ragionevole lasso di tempo, non fossero coronati di successo, le trattative saranno riprese in Roma fra i delegati italisani ed i delgati britanici sulla base della linea Todluc-Ombrega, oppure della linea Maieteb-Gebel Abar (vedi la carta Talbot-Colli) per il confine tra il Sudan e l'Etiopia, rimanendo in tal caso invariato lo statu quo ante per il territoria a Nord della linea Todluc-Tomat, quanto al confine tra il Sudan e l'Eritrea.
Fino a che non sia intervenuto il consenso dell'Imperatore di Etiopia allo accomodamento anglo-italiano contemplato nella presente dichiarazione questa dovrà rimanere segreta.

It is agreed that, in order to complete the delimitration of the frontier between the Anglo-Egyptian Soudan and Erytræa, a line shall be drawn from Abu Gamal (see Talbot-Colli map), to be eventually demarcated by special Delegates in accordance qith geographical features in a southerly direction as far as the junction of the Khor Um Hagar with the River Setit (see Talbo-Colli map 36°37’ est longitude).
The territory to the east of this line, which has been recognised as Soudanese territory by the Emperor Menelek, shall be transfered, subject to his consent, to Erythæa.
The parallelogram west of this line and north of the Tomat-Todluc line shall be ceded by Italy to the Soudan.
As a consequence of this arrangement, the boundary line between the Soudan and Abyssinia from the Setit to Matamma shall be deflected toward the west, so as to leave on the Abyssinian side Nogaro and the trade route from Gondar northwards towards Erythræa.
The British and the Italian agent in Abyssinia will endeavour (”adoperanno”) to obtain from the Emperor Menelek in return for this extension of the Abyssinian boundary, the cession of a zone of territory to the east of the Todluc-Maieteb line, which will give to Erythræa the whole of the Kumana tribe up to the Mareb.
Should these negociations after a reasonable lapse of time, prove unsuccessful, negociations shall be resumed in Rome between the Italian and British Delegates with the object of tracing the boundary between the Ango-Egyptian Soudan and Abyssinia on the basis of the Todluc-Ombrega or Maieteb-Jebel-Omar lines, whilst, as regards the boundary between the Soudan and Erythræa, the status quo ante of the territory north of the Tomat-Todluc line shall be preserved.

Done at Rome, this 22nd day of November, 1901,
Signé par :
Rennel Rodd
Gleichen
J.L. Harrington
Martini
G. Agnesa
F. Ciccodicola
A. Bordrero
Référence Guazzini (Federica), «Le ragioni di un confine coloniale», p. 317-318 (version italienne); Hertslet, «Map of Africa by Treaty» (version anglaise)
Pour citer ce document djibouti.frontafrique.org/?doc94, mis en ligne le 5 novembre 2010, dernière modification le 5 novembre 2010, consulté le 18 août 2017.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valide !